Marco Orlandi: Atleta del mese MULTISPORT3ining n° 71 – Novembre 2023

Alessandro Visconti, Fisioterapista

Professionista convenzionato
Vedi scheda

Emiliano Giorgi, Biologo Nutrizionista

Professionista convenzionato
Vedi scheda

In_Forma corsi

Azienda partner
Vedi scheda

Nome: Marco
Cognome : Orlandi
Soprannome: GIURLA
Società Sportiva: A.S.D. Canottieri Ticino

MOTIVAZIONEMarco: cordiale, sereno, sempre sorridente, attento alle persone con le quali condivide vita ed esperienze.

Si mette in gioco con un mix ideale fatto di ambizioni e di condivisione di nuove esperienze, ma anche di equilibrio e consapevolezza: nel confronto con il Coach sa sempre trovare il rapporto tra ascolto, fiducia e desiderio di migliorarsi!

Grande Marco!

Marco a POREC alla vigilia del suo esordio sulla distanza 70.3

Da quanti anni fai triathlon?

Come Triathleta posso dire di essere un neofita: un anno fa ho deciso di seguire i miei amici Triathelti della Canottieri Ticino, e mi sono “lanciato” nel mondo del Triathlon, affidandomi a Coach Andrea e alle sue tabelle di allenamento personalizzate.

Marco in “grande controllo” nella frazione conclusiva dell’IM70.3 POREC

La tua soddisfazione più grande che hai ottenuto in questo periodo?

 Posso dire senza ombra di dubbio, che la soddisfazione più grande in questo anno è stata quella di preparare e portare a termine prima un Triathlon Olimpico e poi un Ironman 70.3.


Cosa di positivo ti da fare Triathlon nel modo in cui lo stai facendo?

 Fare Triathlon ha migliorato la mia resistenza alla fatica fisica ma soprattutto a quella mentale.

Programmazione, costanza e dedizione sono ingredienti fondamentali per il raggiungimento dei propri traguardi nella vita come nello sport ed il Triathlon incarna appieno questi valori.

Marco assieme a tre Atleti del Mese: Valerio Manfrini, Max Grecchi e Fabio Tosini, poco prima del suo esordio sulla distanza 70.3 a POREC!

Cosa hai trovato in coach Andrea e nell’approccio MULTISPORT3ing?

 In Andrea e nelle sue tabelle di allenamento personalizzate, ho trovato competenza, professionalità ed una grande propensione all’ascolto.

Quest’ultima in particolare è ciò che fa la differenza.

La capacità di “leggere” l’atleta, di capirne le esigenze e di rimodulare gli allenamenti in funzione delle sue esigenze e/o condizioni di forma lo rendono non solo un Coach CAPACE, ma anche una presenza che ti affianca dall’allenamento fino all’ultimo km di gara.