La vigilia del mio secondo Mondiale di IM 70.3

Paolo Caselli, Psicologo e Mental Coach

Professionista convenzionato
Vedi scheda

Vera Poiatti, Avvocato esperto Diritto Sportivo

Professionista convenzionato
Vedi scheda

Zoot

Azienda partner
Vedi scheda

Ci siamo! Domani si carica la bici in macchina con destinazione Zell am See, per il mondiale 2015 di IM 70.3…dopo Mont Tremblant 2014, il secondo consecutivo.

Arrivo a questo appuntamento con la soddisfazione di aver preso la SLOT diretta a Pescara, dove su 153 partenti nella mia categoria, c’erano 4 posti da assegnare; arrivato 4° (il 5° ha preso da me solo 50″) e nessuno ha rinunciato all’iscrizione!

Come sto? Non so vedremo, anche se i presupposti per stare bene domenica in gara ci sono tutti.
Dopo Pescara, complice il super caldo, ( e l’inevitabile calo dopo un picco importante ) la forma sembrava essere in caduta libera, al limite della preoccupazione.
Ma le utlime 4 settimane sono state confortanti e tranquillizzanti.
Mentre scrivo sono ovviamente nella settimana di recupero pre-gara, e le sensazioni migliorano giorno per giorno.
Nelle 4 settimane precedenti, ho impostato un carico importante per 3 settimane consecutive, mentre nell’ultima ( la quarta, ossia la settimana scorsa) ho cominciato a ridurre i carichi per trovare la brillantezza sui ritmi gara.
Complessivamente in 4 settimane ho fatto 32 km di NUOTO, 1.300 km di BICI, e 100 km di CORSA.
Aver sostenuto questo carico mi da tranquillità, e mi sento sereno nell’affrontare questi ultimi giorni, nei quali sarò adeguatamente attento ai dettagli, nella consapevolezza di aver dato la giusta importanza ai fondamentali.

In questi giorni, dai miei atleti dagli amici e dagli affeti, mi stanno arrivando incitamenti che mi danno un grande sostegno: vi sentirò tutti e mi sarete vicino nei momenti (inevitabili) difficili….
Per il Vostro aiuto quindi….grazie in anticipo.

Ancora qualche giorno e poi saranno emozioni pure da gustarsi dal primo all’ultimo secondo.