La sfida di Valentina: dai 200 metri ai 21.097!

Simone Vivaldi, Personal Trainer

Professionista convenzionato
Vedi scheda

Sabrina Coppola, Fisioterapista e Osteopata

Professionista convenzionato
Vedi scheda

FeedOn - Pasti bilanciati ad hoc

Azienda partner
Vedi scheda

C’è chi il 14 luglio 1789 si prese la BastigliaE chi il 14 luglio 2013 ai Campionati Regionali Master di velocità a Desenzano del Garda andò a gareggiare per prendersi due medaglie.
Il giorno prima con mia grande sorpresa mi qualifico terza sui 100 metri , la prima medaglia della mia vita conquistata dopo due anni di sacrifici, infortuni, strappi muscolari e tanto squat, e dico a me stessa che il giorno dopo andrò a giocare, per divertirmi in questa trasferta sportiva.

40 gradi all’ombra si sciolgono anche i chiodi delle scarpe..ma uscita dalla curva mi ritrovo davanti.Vale ..prendere o lasciare, o molli o sotterrale tutte!Per un incredibile congiunzione astrale divento CAMPIONESSA REGIONALE sulla distanza dei 200 metri, il primo podio della mia vita!!La gioia è immensa, un sogno a 37 anni, un ambizione, una carica adrenalinica da sballo!E adesso???
E adesso potrei andare a gareggiare ai Campionati Italiani Master di Ancona e per un anno intero tentare di non infortunarmi un’altra volta?o forse è arrivato il momento di dare retta a chi mi spinge per questioni anagrafiche a portarmi verso lunghe distanze? che poi chi l’ha detto che sono vecchia????E così il 2 Settembre , più per curiosità che per necessità mi iscrivo al mio primo Clinic Running Day con Andrea Re e Andrea Gornati, per valutare quali possono essere le possibilità di cambiare disciplina.Tutto quello che raccontano per me è in un altra lingua, ripetute su 2000 metri, settimana di scarico??!!!Ma che roba è? io? che ho provato a correre alla Milanino sotto le stelle e mi so-no pure persa??!!
Pensare di correre 10 km? 100 volte la mia distanza?ma siamo matti?Eppure..alla sera non riesco ad addormentarmi, mi rotolo nel letto e penso…penso che ora non sono un numero ma ho vinto due medaglie e che se volessi potrei fare ancora meglio, ma poi arriva The King …E avendo capito che non sono donna dalla mezze misure mi propone una sfida professionale…dai 200 metri alla Maratona!!!!!!!!!!Una pazzia folle, sono arrivata a correre 10, 12, 14, 16, 18 km!!!!!!Ed eccomi dopo 7 settimane di allenamento alla mia prima mezza maratona!!17 novembre 2013!!!con il mio grande amico Alfredo alle Maratonina di Crema!Si parte e si vola… un po’ troppo all’inizio, l’adrenalina,1200 persone alla partenza a differenza delle mie solite 8 in batteria, la scarsa conoscenza, i cavalcavia, le strade infinite con i cavalli, le cascine, poi i silenzi, i ristori, gli odori, le curve , i palloncini verdi dei Pacer delle 2 ore che tento di seguire fino ai 13 km e che chiudo in 1.15.44…e poi il crollo totale..gli spazi diventano infiniti, perdo completamente la trebisonda, mi manca tutto, la testa, il respiro, sento la fatica solo nel respiro , le gambe vanno da sole, non ho problemi muscolari, ma arrivo quasi ai 15 e trovo l’ultimo cavalcavia..nooooo…un’altra salitaaaaa..
Si è formato un gruppetto, mi sembra che il cuore mi schizzi fuori dalla bocca!!ma sono loro, perfetti sconosciuti e Alfredo che mi sostengono e mi dicono di non fermarmi, mi danno da bere, mi incitano!!!E arrivo al 20 km!un km!!!!!una ripetuta d’allenamento!e si arriva al traguardo!Incredibile, la gente applaude, ti sorride, ti urla dai che sei grande , bravissimi, dai che è finita, bravi complimenti!!!Il mio garmin dice 21km e stupidamente urlo ad Alfredo: ma perché non è finita???E nel mentre lui mi urla” non guardare l’orologio” vedo l’arrivo!!!!le foto, gli applausi, sento pure lo speaker dire il mio nome!!!Con le lacrime agli occhi e un immenso abbraccio ad Alfredo chiudo la mia prima mezza Maratona in 2.07.43!Incredibile direi, non per il tempo, onestamente si pensa sempre di far meglio, ma la metamorfosi dalla velocità all’Endurance è lunga e complessa e MAI avrei pensato di correre 21.097 km!!!
E nemmeno di sentire, oltre al mio coach Andrea, tanta solidarietà, tanto appoggio, tanto sostegno,incitamento!! Qui tutti si aiutano, si salutano, si danno adrenalina a vicenda.Normalità per Voi?per me in nessun modo, dove in pista 8 atlete sono pronte ad asfaltarti senza nemmeno guardarti in faccia!qui in mezzo a 1200 persone mi so-no sentita onorata e orgogliosa del mio tempo di gara!Grazie a tutti, ma soprattutto alle mie gambe che mi hanno portato sino a qui e alla mia testa che ha elaborato i primi errori, che ha seguito l’istinto e mi sta por-tando passo dopo passo nella direzione giusta!6 aprile maratona di Milano !!Arrivooooooooooooooooooooooooooooooooooooooooo

7 commenti su “La sfida di Valentina: dai 200 metri ai 21.097!

  1. Brava Angie……non limitiamoci a leggere il racconto di Valentina…..lasciamoci andare con i complimenti….se li merita tutti!!!!!

  2. Brava Chiara…incitamenti sotegno e atteggiamento positivo verso chi si mette in gioco…..

  3. Valentina ..Mito..!! Valentina ..Leggenda..!! Valentina orgoglio del
    nostro sport nazionale.. ed io, orgoglioso di essere tuo amico..!! Brava
    Valentina, corri per te, ma anche per tutti noi..!! Ti sosteniamo con
    tanto entusiasmo e affetto..!! Biagio e Catia

  4. …..E così…..i sostenitori di Valentina l’hanno spinta in pochissimi giorni a superare le 1.000 letture!!!!!! COMPLIMENTI…….adesso c’è una posizione da difendere!!!!!

I commenti sono chiusi.