POSIZIONAMENTO / BIKE FITTIG SVOLTO PRESSO CENTRO RICERCA PASSONI-VELOSYSTEM

Gaspare Battaglia, Campione del Mondo di apnea - Mental Coach

Professionista convenzionato
Vedi scheda

Andrea Civardi, Fisioterapista e Osteopata

Professionista convenzionato
Vedi scheda

Náttúra Protein Sport

Azienda partner
Vedi scheda

Sono stato presso la sede di PASSONI in Via Po a Vimercate, e sotto le attente cure di un super professionale Maurizio Biondo (tecnico biomeccanico in forza allo staff Velosystem del Bikecafe di Giussano e formato presso italian cycling school ) e di Danilo Colombo (tecnico-commerciale PASSONI, laureato in scienze motorie e dello sport), mi sono sottoposto alla valutazione biomeccanica per individuare il miglior assetto in bici.Modifiche molto interessanti, che mi hanno “centrato” al meglio in sella, rendendo la mia posizione decisamente più efficiente.

Maurizio, dopo aver effettuato con cura e grande attenzione le valutazioni e le misurazioni previste dal protocollo, si è messo all’opera per i cambiamenti.

Qualche millimetro di compenso sotto la tacchetta destra (ho una gamba più corta come conseguenza di un incidente accaduto all’età di 15 anni), e un leggero spostamento della tacchetta sinistra, per centrare perfettamente anche il lavoro del femore (anche il femore destro – di pochissimo – è leggermente più corto rispetto al sinistro).

A seguire, ottimizzazione di piedi e scarpe con una speciale soletta ergonomica studiata per il ciclismo; le Solevelò, infatti, sono state personalizzate adeguandole nella forma per garantire un sostegno del piede, per evitare la mia tendenza alla pronazione e conseguente disallinamento di ginocchia e caviglia, e per aumentare la superficie di aderenza tra scarpa e piede e verticalizzare le forze di spinta.

Successivamente le modifiche alla posizione della sella e del manubrio; sono state “evidenti” così come immediata è stata la sensazione di maggior rilassatezza della muscolatura delle spalle.

Una valutazione veramente accurata, caratterizzata da professionalità, e attenzione a tutte le esigenze che si possono incontrare pedalando. Ora un periodo di adattamento alle nuove misure e a breve seguirà un incontro per valutare la miglior posizione da “crono”, in vista dell’imminente impegno europeo (Campionati Europei di IM 70.30) e mondiale (finale del Campionato del Mondo di IM 70.30 a Mont Tremblant in Canada).