DIARIO DI ALLENAMENTO LUGLIO 2014

Alessandro Visconti, Fisioterapista

Professionista convenzionato
Vedi scheda

Vera Poiatti, Avvocato esperto Diritto Sportivo

Professionista convenzionato
Vedi scheda

Zoot

Azienda partner
Vedi scheda

…..a 10 giorni dall’ European Championship di Wiesbaden

Il diario di allenamento di luglio “dice”, 25 km di NUOTO, 1.260 km di BICI E 105 di CORSA! Sono numeri “confortanti” e la lettura dei dati, incrociati tra loro, mi porta a fare alcune considerazioni sulla mia preparazione in vista del Mondiale di IM 70.30 di Mont Tremblant, in programma il 7 settembre, che passa da un importante test di gara, ossia l’Europeo sulla stessa distanza che si terrà a Wiesbaden il 10 agosto.

NUOTO: sono sempre lo stesso! Non vado forte, non mi alleno nemmeno tanto volentieri, e cerco di “limitare” i danni cercando di non affaticarmi in vista delle successive frazioni

BICI: mi sento sempre più sicuro! Ai 1.260 km di luglio si sommano gli 850 di giugno e gli 800 di maggio; complessivamente 2.910 in tre mesi. Non è solo l’aspetto quantitativo che mi rasserena, ma i dati che ho conservato di questi allenamenti; più del 90% di queste percorrenze sono state NO-DRAFT e quindi mi sento perfettamente adattato alle condizioni che troverò nelle prossime due gare. Così come aver registrato altimetrie e velocità medie degli allenamenti, unitamente alle frequenze cardiache medie degli stessi, mi porta ad avere una conoscenza del mio ritmo gara che mi da tranquillità.

CORSA: come già evidenziato nei precedenti contributi, dopo Pettenasco (CUSIOMAN) ho avuto uno stop forzato che mi ha impedito di correre per ben 25 giorni…e non è poco! Certo la preoccupazione è stata evidente, ma ho mantenuto la lucidità e non mi sono fatto prendere dalla frenesia di riprendere quando ancor a non mi sentivo a posto. Comunque la ripresa è stata soddisfacente! Sono riuscito a correre ad una velocità medi di 4’51”/ km, contro la media decisamente migliore di maggio, quando sono riuscito a fare 120km alla media di 4’31”/km. Una differenza notevole, che sembra incolmabile e probabilmente lo è, ma a darmi fiducia è sempre il dato che emerge dall’analisi del diario di allenamento. Per prima cosa, dovevo riprendermi da un periodo in cui la muscolatura non era abituata alla specificità del gesto della corsa, e le prime sedute le ho sostenute con grandissima attenzione, per capire se potevo effettivamente sopportare nuovamente la corsa oppure no; dopo la pausa forzata , il primo allenamento da 2km l’ho effettuato l’11 luglio e quindi il progresso è stato notevole! In secondo luogo, è giusto precisare che il 75% dei km di luglio sono frutto di lavori combinati, e le temperature in alcuni allenamenti sono state a dir poco proibitive! Un altro dato incoraggiante viene dagli ultimi allenamenti: i primi 75 km del mese di luglio li ho percorsi alla media di 4’55”/km, mentre nelle ultime 4 sedute ( sempre lavori combinati bici+corsa e per complessivi 30km ) ho fatto registrare un notevole miglioramento, ossia 4’41”/km. Tutto ciò ovviamente mi da carica e motivazione per affrontare il prossimo e cruciale mese di agosto, nel quale oltre a gareggiare con convinzione a Wiesbaden, proverò ad elevare la qualità delle tre discipline, in vista del Mondiale.

Ancora una volta sottolineo con convinzione l’importanza del diario di allenamento, e di un suo corretto utilizzo.

Ai prossimi aggiornamenti

Andrea