Primo Collegiale Raschiani Triathlon Pavese a Livigno: resoconto del lavoro svolto

Vera Poiatti, Avvocato esperto Diritto Sportivo

Professionista convenzionato
Vedi scheda

Simone Vivaldi, Personal Trainer

Professionista convenzionato
Vedi scheda

Centro Cremonte

Azienda partner
Vedi scheda

Quando si è presi dall’entusiasmo per quello che si sta facendo con impegno e passione, si corre il rischio di esaltare momenti felici divertenti e coinvolgenti , trascurando la concretezza dei dati oggettivi; è per questo motivo che in qualità di Tecnico, mi fermo e a freddo provo a fare un analisi di quanto fatto in una settimana. La prima parola che mi viene in mente dopo aver analizzato il lavoro è SODDISFAZIONE!!! 

Dopo aver considerato il gruppo nella sua globalità, individuato gli impegni agonistici di tutti concentrati prevalentemente nel mese di settembre, la decisione sulla programmazione del lavoro è ricaduta sul “volume” allenante. Quindi tante ore in bici, lavori medio-lunghi di corsa e nuoto inteso come lavoro tecnico e non intenso.
L’accortezza di acclimatare i partecipanti alla situazione ambientale della quota ha portato a lavorare solo sessanta minuti in modo blando il primo giorno e nei giorni successivi , le sedute sono state aumentate in modo progressivo fino ad arrivare a sfiorare le 5 ore di bici  del sesto giorno, con un dislivello vicino ai 2.000 metri.  Per “quantificare” il lavoro, nei sette giorni di Collegiale i partecipanti hanno pedalato 5 volte, corso 3 volte e nuotato 2 (presso la piscina da 25 metri dell’ACQUAGRANDA),  e  complessivamente sono state 20 le ore  dedicate all’allenamento .
Dieci ore sono state dedicate a riunioni tecniche con le seguenti tematiche:  allenamento a quote medie, dinamiche di gruppo, alimentazione e strategie di recupero, problematiche del Triathlon Olimpico (quest’ultima tenuta dal SIMONE BIAVA Tecnico della Nazionale Italiana di Paratriathlon Simone Biava alla presenza delle atlete Elite ALICE BETTO Campionessa Italiana Assoluto di Duathlon Sprint e di Triathlon Lungo (70.3),  tesserata per la nostra società e MONICA CIBIN del Forhans Team fresca vincitrice del titolo Triathlon Cross Country), motivazione e atteggiamento positivo nella gestione della gara,  storia e metodologia delle lunghe distanze , 70.30 3 IRONMAN, tenuta alla presenza di MATTEO ANNOVAZZI del Peperoncino Triathlon Team Campione Italiano di Triathlon lungo su distanza Ironman nel 2009, 2010, 2011, vincitore nel 2012 dell’Elbaman e nel 2013 del Trapaniman.
A proposito  di ospiti prestigiosi, la presenza presso l’Hotel Valtellina di grandi campioni, ci ha consentito di fare la personale conoscenza di  DAMIANO CUNEGO, Vincitore del Giro D’Italia 2004 e uomo dalla grande disponibilità, che oltre a conoscere i partecipanti si è prestato ad una foto con tutti noi prima di un suo allenamento.
Per completare l’analisi del collegiale, tutti partecipanti hanno avuto la possibilità di avere un colloquio personale con me per confrontarsi sulle tematiche relative al proprio piano di allenamento.
Da direttore Tecnico non posso fare altro che esprimere tutta la mia soddisfazione per l’ottimo esito del primo collegiale, per l’impegno profuso da tutti i partecipanti, per la presenza degli ospiti che hanno valorizzato l’evento.